A Castagno non va più nemmeno il dottore

Condividi:

”Ai tanti problemi di questi momenti difficili si aggiungono anche problemi ulteriori che potrebbero benissimo essere evitati.

A Castagno d’Andrea frazione del Comune di San Godenzo in cui la maggior parte della popolazione è anziana e con disagi  noti  quindi per effettuare spostamenti.

Bene in questo paese esiste un ambulatorio medico di proprietà comunale dove fino a circa una mese fa un medico di famiglia riceveva i propri assistiti.

Ora, da diverso tempo, senza che nessuno si sia preoccupato di avvisare e di dare una spiegazione ragionevole, il medico di famiglia non viene più. Le persone telefonano e spesso non ottiene risposta.

Credo che quanto meno gli assistiti dovrebbero essere avvisati dei motivi di questo disservizio perché di questo alla fine si tratta.

Ma non basta. I vaccini tanto attesi non c’è modo di farli, il medico non li fa e rimanda alla Farmacia di competenza , la farmacia non li fa e francamente non sappiamo se non li hanno ordinati, se non sono arrivati, se deve farli il medico , se deve farlo la farmacista, fatto stà che ci sono anziani che devono fare il vaccino e nessuno lo fa.

Ora io ancora non ho capito chi ha la competenza in materia. Non ho capito chi deve materialmente iniettare il vaccino al paziente. Una cosa ho capito , a Castagno d’Andrea le persone anziane non hanno più l’ambulatorio medico aperto e non riescono a fare il tanto ricercato vaccino antiinfluenzale. Ora, burocrazia, inefficienza, problemi su problemi… ma ci sarà qualcuno che può occuparsi di questa situazione?? Allora la domanda la pongo in altri termini: anziché chiedere chi deve….. voglio chiedere: “ Chi può materialmente iniettare il vaccino ai pazienti??? Qualcuno si metta anche una mano sulla coscienza…. Non si può continuare in questo rimbalzo di responsabilità….

PUBBLICITÀ

Ci sono persone anziane che devono fare il vaccino e ne hanno diritto, ( in tutti i comuni il medico di famiglia lo fa, forse anche le farmacie).

Credo che i cittadini di Castagno d’Andrea abbiano il sacrosanto diritto di ricevere il loro vaccino e di ricevere anche informazioni riguardo alla chiusura dell’ambulatorio medico della frazione.

Se il Sindaco, ha notizie in merito, visto che il fondo ad uso ambulatorio è di sua proprietà, e se come mi auguro si sta adoperando per risolvere questo grave problema, magari informi chiaramente la popolazione affinché ognuno prenda i dovuti provvedimenti.

Ringrazio chi si preoccuperà di risolvere questi problemi. La situazione è grave vista l’età della popolazione residente.

Cinzia Collacchioni

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register