Locandina Mostra Giotto

Alla casa di Giotto la cappella degli Scrovegni fotografata da Noferini

Condividi:

Sabato 1 maggio 2021 alle ore 16.00 alla Casa di Giotto a Vespignano verrà presentato il volume “Casa di Giotto – flora e fauna sul colle di Vespignano” dedicato alla flora e alla fauna sul colle di Vespignano.

 

cappella degli Scrovegni

Alla Casa di Giotto la cappella degli Scrovegni fotografata da Noferini.

Guardare il colle di Vespignano con gli occhi dell’artista, mettersi nei panni di Giotto di Bondone, immergersi nell’ambiente naturale che lo ha fatto crescere e maturare. È questo lo scopo del libro che vi stiamo presentando. Le piante e gli animali che hanno fatto da cornice, quasi 700 anni fa, alla prima infanzia di un uomo straordinario che ha letteralmente rivoluzionato la visione del mondo con la sua arte.

Siamo certi che il suo genio, l’innovazione che Giotto ha portato, sia almeno per una minima parte, frutto dell’influenza di questo ambiente meraviglioso che lo ha circondato”.

Apre così Giuliana Cantini la sua prefazione a questo bellissimo volume nato da un idea dell’Associazione “Dalle Terre di Giotto e dell’Angelico” con l’organizzazione: Renate Soltau, Sabrina Valentini, Giuliano Paladini.

Testi: Marco Pinelli, Fabrizio Scheggi, Bruno Confortini, Aldo Giovannini, Giuliana Cantini, Rinaldo Ontanetti.

PUBBLICITÀ

Ricerca testi schede: Renate SoltauSerena Alessi  e confezionato in un interessante Progetto grafico di Michel Basile, per lo Studio Noferini che lo ha anche stampato.

 

Casa di Giotto – flora e fauna sul colle di Vespignano “ sarà presentato Sabato 1 Maggio alle ore 16 alla casa di Giotto a Vespignano, sapientemente allestita da Francesco Noferini con una mostra dedicata a La cappella degli Scrovegni con enormi pannelli che riproducono scene e particolari delle opere del pittore di Vicchio.

cappella degli Scrovegni

Alla Casa di Giotto la cappella degli Scrovegni fotografata da Noferini

Un volume originale che è un inno alla gioia della natura, un gioiello di culture ed esperienze diverse che parlano al cuore dell’anima e che certificano – qualora ce ne fosse ancora bisogno – quanto sia prezioso il lavoro dell’Associazione Dalle Terre di Giotto e del Beato Angelico. Un paziente coordinamento, anno dopo anno e una fitta rete di relazioni con artisti e cittadini di tutta Italia, che ha fatto conoscere i luoghi natii del messer Giotto anche fuori dai confini nazionali, e che, adesso, ha saputo realizzare questo nuovo contributo culturale. Con una narrazione (storia e leggenda) dettagliata sul Colle di Vespignano, circa il passaggio in pochi anni (voluto e realizzato dalla stessa Associazione) da due sole piante presenti (acacia e canne di bambù) alle 76 attuali. Il volume offre nuovi spunti culturali per la rivisitazione – da angolature diverse- dei luoghi cari a Giotto di Bondone e arricchisce con un linguaggio semplice ma efficace tutto quanto circonda questi luoghi di storia e di natura incontaminata”.

Prosegue Filippo Carlà Campa, sindaco di Vicchio, che sarà presente all’evento,  nell’altra prefazione di questo volume che conta anche sulla collaborazione di oltre 70 grandi artisti tra pittori e scultori che hanno riportato sulle pagine la loro “visione”  della flora e della fauna di uno dei colli più belli del mugello.

 

Sabato 1 maggio 0re 16,00 – Casa di Giotto, Vespignano Vicchio – Fi

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register