Arrivano in Consiglio regionale le parole della Vicesindaco di Borgo

Condividi:
Marco Landi, consigliere della Lega e portavoce dell’opposizione di Centrodestra, ha chiesto alla maggioranza del Consiglio regionale di esprimere condanna alle parole della Vicesindaco di Borgo San Lorenzo Becchi.

 

Marco Landi consigliere della Lega e portavoce dell’opposizione di Centrodestra ha chiesto che la maggioranza si esprima per condannare le parole della “disinformata” vicesindaco Becchi di Borgo San LorenzoLandi si riferisce alla frase pronunciata dalla Vicesindaca nell’ultimo consiglio comunale borghigiano “Io non prendo lezioni da chi lascia affogare la gente in mare”. Nel diffondere la richiesta al Consiglio regionale, i consiglieri leghisti di Borgo Ticci e Atria hanno commentato:

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione: lo dice la Costituzione ed è un principio sancito da tutti i moderni Stati democratici. Tuttavia esiste differenza tra libertà di opinione e l’insulto gratuito.

PUBBLICITÀ

Abbiamo dato tempo alla vicesindaco Cristina Becchi e al suo partito il PD per fare mea culpa e chiedere scusa, perché tutti sbagliamo, prima o poi, ma l’approccio è stato ben diverso, un tentativo di girare la frittata tentando di additare a noi la colpa di strumentalizzazione. Riteniamo che l’umiltà sia la base della vera grandezza di una persona. La persona umile capisce di aver sbagliato, chiede scusa e rimedia l’errore fatto. Poi esistono quelli che  sbagliano, negano l’errore e cercano pure di nasconderlo oppure, ancor peggio – concludono Atria e Ticci – quelle persone che non ammetteranno mai di aver sbagliato e anzi accuseranno gli altri. Ora, purtroppo, abbiamo capito”.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register