Chino Chini – Rientro a scuola: cosa ne pensano gli studenti?

Condividi:

Servizio di Elena e Valeria Giovannetti

Abbiamo voluto sentire le impressioni e i pensieri di alcuni studenti dell’Istituto Chino Chini di Borgo San Lorenzo in questi giorni di ripresa della scuola con tutte le difficoltà dovute alla pandemia che sembra non volerci lasciare.

Anonimo:

Io penso che la salute non dovrebbe MAI essere sottovalutata sopratutto se si è in mezzo a una pandemia GLOBALE.

Purtroppo come in passato è già successo dei casi di pandemia,ma credo che questa sia una delle peggiori, sono una ragazza che si informa e che guarda sempre il telegiornale, persone morte,anziani,giovani,persone con famiglia,che non hanno più potuto vedere i loro cari solo perché dei cretini non hanno rispettato le regole e i distanziamenti.

Quindi io dico in mezzo a un dramma di questo genere, è davvero necessario riaprire le scuole? A questo c’è una soluzione al virus no, o tanto meno non ancora.

C’è un modo per “risolvere questo problema” senza far risalire i contagi; fare lezioni  in DAD ovvero didattica a distanza ognuno a casa propria così non si rischia di contagiarsi,e di diffondere ancora questo virus.

E per favore se mai queste parole verranno lette e messe in atto da qualcuno,pensateci perché non c’è più tempo.

Non so se alcune persone sono così scettiche perche ancora non è toccato a loro o a un loro parente.

PUBBLICITÀ

Forse no,non ancora.

Anonimo:

E’ tutto inutile e  per quest’anno era meglio continuare in dad almeno si poteva stare più tranquilli ed evitavamo il caos dei contagi.

Anonimo 

Io penso che prima di tornare a scuola sarebbe stato necessario Aumentare veramente le corse dei mezzi pubblici che non sono state assolutamente aumentate. Inoltre la situazione COVID è ancora grave E ci sarà un motivo se soltanto tre regioni su 20 hanno deciso di riaprire le scuole. Stanno mettendo al primo posto l’istruzione al posto della salute e noi studenti rischiamo ogni giorno di ammalarci per poi andare a contagiare i nostri nonni che sono anziani. È vero, la scuola è importante ma ancora di più è importante stare in salute e secondo me prima di rientrare professori e alunni dovevano essere vaccinati O ogni scuola doveva procedere facendo tamponi Rapidi a tutti coloro che frequentano la scuola

Anonimo:

Del rientro a scuola penso che stiano cercando di migliorare la situazione e le condizioni che c’erano rispetto a settembre, essendo più rigidi sul mantenimento delle mascherina, sul distanziamento e aumentando il numero di autobus per non creare assembramenti al loro interno, forse è stato meglio ritornare a scuola soprattutto per il fatto che in DAD è difficile seguire le lezioni, tra problemi di linea o di accesso alla piattaforma.

Anonimo:

Penso che il rientro a scuola non serva a niente ora come ora.Perché tanto ci sarà sempre quello positivo e la classe dovrà stare in quarantena e fare videolezione.

Poi questa cosa di andare 2/3 giorni non penso fa imparare qualcosa ai ragazzi anzi se ne sbatteranno di più.

Come l’anno scorso passano tutti salvo alcuni rimandati per forza.

Io la penso così.

Anonimo:

Secondo me è inutile perché comunque basta vedere a settembre che siamo finiti tutti in quarantena e i casi sono aumentati quindi io preferirei non stare in presenza.

Anonimo

 Anche se fa un po’ fatica, Penso che sia meglio andarci a scuola

Ma è questione di abitudine, secondo me è stato un bene rientrare a scuola perché almeno ora possiamo rivedere i compagni e non stare fissi a casa su uno schermo. Poi io personalmente mi trovo meglio in presenza perché riesco a seguire di più.

PUBBLICITÀ
(foto reperita dalla pagina facebook del ChinoChini)
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register