Toscana zona bianca_b

Da lunedì 21 giugno siamo in zona bianca

Condividi:

Cosa si può fare e cosa no? Da lunedì torneremo quasi in libertà, ma cosa è cambiato ce lo spiega meglio il Sindaco di Rufina Maida.

 

«In zona bianca c’è sempre l’obbligo della mascherina sia all’aperto sia al chiuso e il divieto di assembramento. – scrive Maida –  Il 21 giugno è il giorno in cui si eliminerà definitivamente il coprifuoco.

Nei ristoranti nessun limite alle presenze al tavolo all’aperto, 6 commensali al tavolo se il locale è al chiuso.

 

I locali pubblici potranno osservare orari liberi.  Non ci sono, inoltre, limitazioni agli spostamenti e riaprono tutte le attività la cui apertura non era ancora prevista.

 

Ripartenza anche per le discoteche, ma solamente per i servizi di bar e ristorante: non si può ancora ballare in pista.

In zona bianca si possono visitare amici e parenti senza limiti nel numero di persone che si spostano.

 

Si può usare l’automobile con persone non conviventi in zona bianca, basta che siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina».

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

 

© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register