Faentina

Dai lettori – Dante e la Faentina

Condividi:

Gent.mo direttore Mercatali,

a qualcuno dà noia una linea Faentina più moderna?

Le invio un articolo tratto dalla Rivista I Treni del maggio 2021.

Mi sembra che ci sia una veste polemica anche contro il Mugello nelle parole degli autori quando affermano: Poteva quindi mancare “il treno di Dante” nel quadro delle manifestazioni del settimo centenario della morte del sommo poeta?

E’ vero che le Amministrazioni provinciali e Comunali di Ravenna e Firenze  hanno istituito e fatto due pubblicazioni in edicola : “i cammini di Dante da Ravenna a Firenze in treno e a piedi”, ed “anche Vicchio ne ha fatto uno, associandolo a Giotto, facendogli fare una digressione sui monti di Vicchio” in quanto Dante afferma nella Divina Commedia: “Credette Cimabue nella pittura tenere il segno ed ora ha Giotto il grido“.

Sarebbe auspicabile un dibattito un po’ serio tra i vari attori, Comune di San Piero a Sieve e Scarperia, Borgo San Lorenzo, Vicchio, sul cui territorio passa la ferrovia in località Fornello sopra GattaiaMarradi, Palazzuolo sul Senio, Brisighella, Faenza e Ravenna in un convegno serio con Ingegneri ferroviari e amministratori locali?

PUBBLICITÀ

 

Grazie,

Luciano Cavasicci

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register