Dai Lettori – “Favorevole a far vaccinare mia figlia, il mio ex marito ‘no’. Ora mia figlia è nel caos”

Condividi:

Ci ha scritto una mamma del Mugello: “È legittima l’opinione del mio ex, ma così mia figlia sembra sia quasi succube del padre nel decidere se vaccinarsi o meno. Chiedo un consiglio su come affrontare questa cosa”

 

di Filippo Ciampolillo

PUBBLICITÀ

Mia figlia non sa se vaccinarsi. Non è per sua scelta ma perché io ed il mio ex marito abbiamo due opinioni diverse. Vi scrivo per chiedere un consiglio su come e cosa fare per risolvere questa cosa”. L’autrice della lettera è una mamma del Mugello, ha chiesto di mantenere l’anonimato. La mamma però ha bisogno di consigli e così riteniamo giusta l’occasione di pubblicare la sua lettera affinché, magari, qualcuno possa dare un’opinione in merito: “Buongiorno, sono la mamma di un’adolescente di 14 anni, abito nel Mugello. Le notizie di oggi aggravate dalla frequente comparsa di varianti, in questo caso mi riferisco alla variante Omicron, mi spingono a pensare che mia figlia debba vaccinarsi. All’inizio ero restia al vaccino, poi mi sono convinta. Mentre il mio ex marito non ha scelto di vaccinarsi e mi ha detto che in merito a mia figlia la sua opinione è e resta contraria. Ho letto che la sezione famiglia del Tribunale civile di Milano abbia autorizzato il padre a far vaccinare la figlia quattordicenne, che non era convinta, senza il consenso della madre che era contraria. Ora non è questo il mio punto anche se ho paura che lo possa diventare: mia figlia sta valutando la scelta di vaccinarsi, per una serie di motivi. Ma il fatto che suo padre sia contrario, ho paura che sia determinante nella sua scelta, che possa essere quasi succube. Non so cosa fare e come comportarmi, non vorrei creare un ‘trauma’ in mia figlia e vorrei che il padre possa esprimere legittimamente la sua opinione ma senza andare oltre. E se poi alla fine mia figlia non scegliesse di vaccinarsi pur avendo in cuor suo la voglia di farlo? Se gli dovesse capitare qualcosa non saprei proprio come vivere. Chi è madre di figli separati sa di cosa parlo e cosa posso provare. Chissà se qualcuno potrà darmi un’idea o un consiglio. Vi ringrazio dell’attenzione. Una mamma del Mugello”. Non sappiamo se i genitori di questa ragazza abbiano l’affido condiviso, o se qualcuno abbia stabilito che i genitori esercitino la responsabilità genitoriale separatamente. Si può ricordare che i minori legalmente non possono agire direttamente per la tutela dei propri diritti ma dal compimento del 14° anno, quando si tratta di diritti personali, possono agire. Infatti dopo i 14 anni sono responsabili penalmente e la volontà del minore non è vincolante. L’Articolo 337 ter del Codice Civile recita che “ogni provvedimento che riguardi i minori va preso con esclusivo riferimento all’interesse morale e materiale di essi”. La realtà può essere forzata o decisa da altri, ma per il bene della figlia, dovrebbe essere lasciata libera di pronunciare autonomamente la sua volontà o meno di vaccinarsi.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register