Email
magazine@example.com

Phone
+32 458 623 874

Addresse
302 2nd St
Brooklyn, NY 11215, USA
40.674386 – 73.984783

Dai lettori – Peste del 1630. La storia di Lisabetta da Latera

Un lettore ricorda la peste del 1630 e la storia di Lisabetta da Latera.

Caro Galletto,

Subisco questa prigionia, come tanti italiani, con senso del dovere civico e umano per la salvaguardia della salute generale.

In questo tempo di vita non vita, tra l’altro, ho riletto i libri della storia mugellana.

Nel secondo libro di “Storia antica e moderna del Mugello“, di P. Lino Chini, edito a Firenze nel 1876, alle pagine 305 e 306, ho trovato il ragguaglio di Rondinelli sulla peste a Firenze e contado del 1630-1632 edito a Firenze da Landini nel 1634.

In questo ragguaglio è riportata la vicenda drammatica di Lisabetta, 25 anni, sposa e madre abitante a Latera frazione di Barberino di Mugello.

Chini riporta per esteso questo ragguaglio, cosa che rende onore al nosto Mugellano.

La quale contadina, per nome Elisabetta, – scrive Padre Chiniessendo stata attaccata dalla peste dei gavoccioli, ebbe il coraggio di abbandonare semiviva la casa del marito ed i i suoi teneri figli per timore di non comunicar loro il contagioso morbo; sicchè strascinatasi così malata all’abitazione del becchino della parrocchia, lo scongiurò per tema di non impestare gli oggetti del suo amore a volerla seppellire moribonda com’era. Questi sorpreso da sì straordinario affetto che la induceva a far ciò, procurò invano consolarla, sicchè adagiatasi in una stanza presso la tomba, poche ore dopo spirò là dove fu seppellita.”.

Rispettando questo insegnamento, pongo alla vostra attenzione la storia di Lisabetta, visto che dopo quasi 400 anni, quanto per vicinanza, sia attinentte al difficile momento che viviamo.

Cordiali saluti

Rinaldo Ontanetti

Scrivi un commento:

You don't have permission to register