Treno Aln 668

Dai lettori – Quando i treni di ultima generazione per la Faentina?

Condividi:

Egregio Mercatali,

 

Come lettore e anche scrittore di qualcosuccia sul suo giornale, le confesso che sono stupito e un po’ stanco delle continue polemiche sulla FERROVIA FAENTINA, sui ritardi dei treni per cause tecniche (treni diesel ormai vecchi del 1985-1986) o per altri motivi e delle rimostranze dei pendolari che hanno ragione di protestare contro i treni di Dante con i politici della CITTÁ METROPOLITANA  e il PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA in pompa magna il 3 luglio all’inaugurazione del TRENO FIRENZE-RAVENNA. SAREBBE ORA che gli AMMINISTRATORI dell’UNIONE MONTANA DEI COMUNI DEL MUGELLO E VAL DI SIEVE, ASSESSORE ALLA MOBILITÁ E AI TRASPORTI si incontrassero con i vertici delle FS, ingegneri e politici per andare a visitare gli stabilimenti HITACHI di PISTOIA o STAEDLER e il circuito di prova di BOLOGNA, per decidere di acquistare questi treni di nuova generazione.

 

NON SI PUÒ MANDARE ancora sulla linea Faentina i locomotori diesel e le composizioni degli anni ’80, vedi ALN 668 o Diesel 445, quando ci sono nuovi treni BIMODALI come i BT3 e il Cantoni.

PUBBLICITÀ

 

Possibile che nelle altre regioni si riesca a fare sempre di più che non in REGIONE TOSCANA sempre indietro rispetto alle soluzioni non troppo avveniristiche come quella dei TRENI A IDROGENO ipotizzati per il 2023 dalla FERROVIA FAENTINA?

 

Professor Cavasicci Luciano

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register