Dai Lettori – “Villa Adami a San Piero: condizioni inaccettabili, dal riscaldamento alla pulizia del bagno”. La risposta dell’assessore Casati

Condividi:

Una lettrice: “Sono iscritta al corso di canto, trovo questa situazione scandalosa”. L’assessore: “A dicembre problemi, li abbiamo risolti e ad oggi non abbiamo ricevuto altre segnalazioni”

 

di Filippo Ciampolillo

 

La rubrica dei lettori è molto attiva e seguita. Arrivano in redazione tante segnalazioni, lettere significative, ironiche e polemiche. Accade, per nostra fortuna, che qualcuno possa condividerle e fornire una risposta o chiedere il diritto di replica. Come in questo caso, abbiamo ricevuto un documento dalla lettrice Daniela Giovannini di San Piero a Sieve. Ha chiesto di pubblicare le sue parole, in un passaggio della sua lettera spiega di aver provato a contattare il comune tramite un passaparola, ma senza alcuna risposta. Oggi l’assessore (tra le sue deleghe c’è anche la cultura) Marco Casati ha cortesemente fornito una risposta alla nostra lettrice. Questo è il testo del documento inviato da Daniela Giovannini: “Scrivo per segnalare la condizione a mio parere poco accettabili in cui vengono erogati i corsi di musica presso Villa Adami a San Piero a Sieve. Sono iscritta al corso di canto da novembre e fin da subito i sono palesati  problemi legati agli spazi: già all’arrivo l’ingresso della villa non è illuminato e quindi non si riesce a trovare il pulsante di accensione, né è segnalato dove si debba andare per accedere alla scuola di musica. Una volta trovato per tentativi ed errori, ho riscontrato due problemi ancor più gravi: nella stanza il riscaldamento era del tutto spento  per un guasto che, pare, durava da tempo, e l’accesso al bagno, che peraltro non risulta né pulito né sanificato, è a dir poco fortunoso, dato che si devono attraversare due stanze  prive di illuminazione elettrica. Anche se il riscaldamento è stato poi riattivato, le ultime due volte in cui sono andata, alle 15 non era acceso perché pare conscia nell’orario di accensione del condominio, alle 18,30 era appena tiepido e, come al solito ho dovuto svolgere la mia lezione con il giubbotto addosso. Avevo segnalato telefonicamente la situazione al comune, tramite la bibliotecaria, che peraltro molto gentilmente si era impegnata a trasmettere il mio reclamo verbale, ma pare non sia servito. Trovo tutto questo veramente scandaloso soprattutto perché si svolge  in uno stabile del comune e per un’attività così importante come la musica, che dovrebbe essere promossa e resa accessibile e gradevole, e sicura anche da un punti di vista igienico, data anche la situazione pandemica. Daniela Giovannini”. CASATI “Durante il mese di dicembre ci sono stati alcuni inconvenienti nella gestione dell’impianto termico, ma una volta risolto il problema non abbiamo ricevuto altre segnalazioni – spiega l’assessore Marco CasatiLa scuola Sound gestisce i corsi di musica da più di venticinque anni e il personale conosce bene i locali e la posizione dei quadri elettrici e non ha alcun problema a gestire i corsi. Voglio ricordare che le segnalazioni dei cittadini dovrebbero essere indirizzate alla segreteria del comune che le registra e le gira al personale tecnico per attivare i necessari interventi di manutenzione”.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register