Stefano Passiatore, Sindaco di Dicomano

Dicomano – Due milioni di euro per le nuove fognature. Entro fine anno il Comune fuori dalla procedura d’infrazione

Condividi:

A Dicomano partono i lavori per le nuove fognature.

 

Due interventi strategici per il Comune di Dicomano. Interventi di adeguamento igienico-sanitario che, una volta conclusi, porteranno il Comune fuori dalla procedura d’infrazione comunitaria (2014/2181).

 

Il primo lavoro, la sistemazione fognaria della frazione di Celle, è ormai concluso e prossima è l’attivazione delle opere. Il secondo, la sistemazione fognaria del Capoluogo, è vicino alla partenza.

 

Oggi Stefano Passiatore, Sindaco del Comune di Dicomano, Lorenzo Perra, Presidente di Publiacqua, ed i tecnici dell’azienda hanno fatto un sopralluogo sulle aree interessate facendo il punto su entrambi i lavori che rappresentano due contributi fondamentali per il territorio e per la tutela ambientale.

PUBBLICITÀ

 

Sistemazione fognaria Celle-Dicomano: l’intervento ha visto la realizzazione di un impianto di sollevamento e la posa di nuove condotte fognarie (principalmente in pressione) per il collettamento dei reflui a depurazione ed eliminare così lo scarico diretto nel fiume Sieve. La posa delle tubazioni ha interessato via Landucci e via Giani per un totale di circa 350 metri. Il costo dell’intervento ammonta a 550 mila euro.

 

Trascorsi i tempi di assestamento sarà ripristinato il manto stradale.

 

Sistemazione fognaria del capoluogo: il secondo intervento riguarda invece il capoluogo del Comune di Dicomano. Il lavoro ha richiesto un lungo iter autorizzativo per l’interferenza dello stesso con la linea ferroviaria. Oggi questo ostacolo è stato superato ed i lavori, già appaltati, potranno essere avviati e concludersi entro la fine del 2021. In questo caso l’obbiettivo è intercettare 3 scarichi diretti in ambiente (pari a circa 300 abitanti equivalenti) e sarà raggiunto attraverso la posa di circa 750 metri di condotte a gravità nel tratto di viale Vittorio Veneto compreso tra via di Rimaggio e Piazza della Stazione. Il costo complessivo dell’opera è di 1,4 milioni di euro.

 

E’ con molto piacere che presentiamo due lavori fondamentali per il nostro territorio, uno concluso ed uno che parte a breve – ha commentato Stefano Passiatore, Sindaco del Comune di Dicomano – “con questi interventi e con quello previsto su Contea, viene risolto il problema degli scarichi in Sieve e quindi usciamo dalla procedura d’infrazione. Sono tanti gli interventi sul Comune, pensando anche a quelli in corso per il collegamento tra Londa e Sandetole ad esempio, e sono interventi che vanno a vantaggio dell’ambiente. Un aspetto importante che viene esaltato ulteriormente sull’intervento realizzato su Celle con cui i reflui saranno collettati al nostro fitodepuratore con un ciclo quindi assolutamente virtuoso e rispettoso dell’ambiente”.

 

L’intervento che prende il via a Dicomano è di grande rilievo per la tutela e la valorizzazione del territorio comunale – ha detto Lorenzo PerraPresidente di Publiacqua SpA – La sistemazione fognaria della frazione Celle, già realizzata, e quella del capoluogo, che inizia nei prossimi giorni, fa uscire l’agglomerato urbano dalla procedura d’infrazione europea e fa fare un salto di qualità assai significativo sul piano della tutela dell’ambiente a tutto il Comune. E’ un intervento complementare ad altri investimenti che l’azienda ha realizzato su tutto il territorio da noi gestito, dove si è riorganizzato e razionalizzato il sistema depurativo. Un aspetto questo troppe volte sottovalutato quando si parla di investimenti nel sistema acquedottistico e che invece risulta strategico per la vita quotidiana dei cittadini di un territorio e per il benessere delle future generazioni che lo abiteranno. Non a caso Publiacqua, dopo aver investito per garantire l’acqua a tutti, ha deciso di spingere sul fronte della fognatura e della depurazione e continuerà a farlo fino al 2024. Dopo oltre 420 milioni di investimenti in questo settore, l’80% della popolazione da noi servita è allacciata a fognatura e depurazione e questo lo consideriamo un risultato importante ma non un traguardo”.

PUBBLICITÀ

 

© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register