Leonardo Tanturli, Ciccarelli e bambino

E’ del Mugello la famiglia del piccolo Nicola

Condividi:

Come molti altri mezzi d’informazione abbiamo scritto che la famiglia del piccolo Nicola, disperso e ritrovato nei boschi di Campanara sopra Palazzuolo è di origine tedesca. Non è vero e ci scusiamo di aver riportato  una notizia non corretta nella fretta e nella concitazione di questi ultimi giorni. Il padre Leonardo è mugellano. Per la precisione è vissuto molti anni a Borgo S. Lorenzo dove ha sempre dei parenti.

Sono in molti, specie tra i quarantenni, a conoscerlo e a ricordarlo come persona seria e socievole.

Militante della sinistra, con la compagna ha fatto una scelta di vita impegnativa, andando ad abitare nella valle isolata di Campanara per fare l’apicoltore e il coltivatore, vicino ad altre famiglie che condividono quel modo di vivere tra la natura.

 

volume giuliano tanturli

volume giuliano tanturli

In molti a Borgo hanno conosciuto anche il nonno di Nicola; Giuliano Tanturli, professore di filologia dantesca nella facoltà fiorentina di lettere. Giuliano è deceduto qualche anno fa, ma i suoi allievi, oggi laureati e docenti, lo ricordano come un maestro colto e appassionato.

PUBBLICITÀ

 

Pubblichiamo un estratto che comparve il 6 giugno 2016 su Repubblica in occasione della sua morte.

«Domenica 5 Giugno è morto Giuliano Tanturli, professore ordinario di Filologia della letteratura italiana del Dipartimento di Lettere e Filosofia, dopo una  malattia combattuta con coraggio e dignità, senza mai trascurare fino all’ultimo i suoi impegni di docente, maestro verso gli allievi, compagno di ricerche, appassionato filologo. Giuliano Tanturli aveva scelto come campo delle sue ricerche “la cultura letteraria fiorentina tra latino e volgare dal Duecento e Cinquecento“, dai grandi ai minori, Dante, Cavalcanti, Filippo Villani, Matteo Palmieri, Marsilio Ficino, Giovanni Della Casa… Per alcuni anni coordinatore del dottorato in “Storia e tradizione dei testi nel Medioevo e Rinascimento“, seguiva sempre le ricerche dei suoi allievi, ma anche di coloro che si rivolgevano a lui, da tutta Italia, per ricevere un consiglio..

Ha fondato, insieme con Giancarlo Breschi, il “Seminario di filologia” che, proseguendo il magistero di Domenico de Robertis, il “suo” maestro, e di Gianfranco Contini, ha organizzato presso il Dipartimento.

Le persone che lo hanno conosciuto non potranno dimenticare la sua dedizione per gli studenti, per le ricerche, e per la famiglia che lo ha sempre sostenuto. I funerali si celebreranno a Borgo S. Lorenzo, alla Chiesa del Crocifisso».

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Commenti

  • M. G
    24/06/2021

    Complimenti alla redazione il Galletto per le bellissime parole
    È un’articolo bellissimo

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register