senso alternato_c

Editoriale – Quanto ci costa un senso alternato?

Condividi:

Un lettore ci segnala che ormai da mesi lungo la Via Faentina, appena fuori Borgo, su un ponticino nei pressi di Villaggio la Brocchi, hanno ristretto la carreggiata e si transita in senso unico alternato regolato da semafori.

Senso alternato

Senso alternato

Il fatto è che all’apparenza non si stanno facendo lavori né al ponte, né alla carreggiata. Forse il ponte è pericolante, ma in questo caso sarebbe urgente intervenire e rimetterlo in sesto per riaprire la strada nei due sensi.

 

Non è un caso isolato; si trovano spesso questi semafori con lunghe attese sulle nostre strade senza vedere lavori in corso per tanto tempo.

 

Può sembrare un inconveniente di poco conto da affrontare solo con un po’ di pazienza. Ma non è proprio così. Su tante delle macchine ferme a quei semafori c’è gente che lavora o che sta andando al lavoro; proviamo a sommare i minuti che ciascuno di loro butta via e si fanno le ore, i giorni, i mesi, gli anni di lavoro persi a danno non solo del singolo, ma di tutti noi.

PUBBLICITÀ

 

Ma c’è un altro aspetto da non sottovalutare; irrita, indispettisce il vedere che non s’interviene che non si fanno le riparazioni e dei ritardi a pagarne le conseguenze sono i normali cittadini che non ne hanno colpa.

 

E’ un sentirsi trascurati dal sistema pubblico che sembra fregarsene dei cittadini, quasi avesse tempi e doveri del tutto slegati dalla comunità che è chiamato a servire.

Senso alternato_b

Senso alternato_b

E anche se sembra una cosa da poco, serve ad allargare le distanze tra chi ci amministra e tutti noi.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register