Raffaella Ridolfi

Fiesole VS Marradi, quando il potere innesca lotte tra poveri

Condividi:

Raffaella Ridolfi, marradese, esponente di Forza Italia interviene nello scontro tra Fiesole e Marradi in merito al mancato stanziamento di fondi per la riqualificazione dell’Ex Ospedale Sant’Antonino di Fiesole in favore dell’Ex Ospedale San Francesco di Marradi.

 

Raffaella Ridolfi marradese. Esponente di Forza Italia commenta il Comunicato stampa della Sindaca di Fiesole che si è vista soffiare i soldi per la RSA a favore del progetto di riqualificazione dell’Ospedale San Francesco di Marradi.

PUBBLICITÀ

Nel ballo del consenso elettorale succede quindi ancor più di prima che si girino e tocchino tutti i territori della Regione in un ciclo di andata e ritorno: vado a prendermi i voti dispensando promesse, torno a portar voti ai candidati Sindaci dispensando promesse. – scrive la Ridolfi –  Un turbine senza sosta dove le promesse lievitano. Così successe nel 2018 a Marradi quando all’alba della campagna elettorale delle elezioni comunali, la allora consigliera regionale Capirossi, non riconfermata nel settembre 2020, venne a Marradi in una riunione molto partecipata, tra il sacro ed il profano che tanto sapeva di campagna elettorale ma era ben acconciata e pagata dall’amministrazione tramite una inconsapevole e benemerita associazione culturale, a raccontare il progetto San Francesco con tanto di rendering.

Oggi scopriamo che per il tanto sponsorizzato progetto San Francesco, che a dire il vero rispetto alle ottimistiche previsioni elettorali, procede lento, troppo lento, si soffiano sotto al naso i soldi a Fiesole, che aveva la necessità di impegnarli in una RSA.

Come cittadina di Marradi dovrei forse essere contenta della scaltrezza del Sindaco Triberti che tra uno sgambetto e un altro porta soldi al suo comune, sembra averlo fatto anche con il Comune di Firenzuola, sicuramente agevolato dal presidiare tutta la filiera decisionale, avendo incarichi in Regione, in Città Metropolitana e nell’Unione dei Comuni.

Come cittadina della Regione Toscana però non mi sento contenta e mi disgusta questa guerra tra poveri innescata dalla lievitazione delle promesse elettorali, dalle promesse da marinaio, e ancor più mi preoccupa che l’allocazione delle risorse continui ad avvenire in una spietata logica di spartizione politica che ad oggi non è neanche più gestita dal “partito” ma calibrata sulla vicinanza al “Principe”.

Vorrei confortare la Sindaca di Fiesole facendole presente che non è la sola ad essere vittima della “lievitazione delle promesse elettorali” e che nel 2021, nonostante le tante promesse e rassicurazioni a Marradi, ad esempio, non c’è una connessione internet, per così dire con ottimismo, stabile”.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register