Il Sindaco Primicerio alla cerimonia del gemellaggio_2

Firenze-Ravenna: 25 anni nel nome di Dante

Condividi:
Nella foto, il Sindaco Primicerio alla cerimonia del gemellaggio.

 

Le due città tornano a unirsi nel segno del Sommo Poeta.

 

Ricorrono quest’anno i 25 anni del gemellaggio storico  nel nome di Dante  siglato a Ravenna dalle sezioni  FIDAPA-BPW -ITALY Firenze Arno e di Ravenna rispettivamente presiedute da Silva Gurioli e da Costanza Baldrati, all’insegna delle celebrazioni più importanti della vita del Sommo Poeta. Il patto fu siglato a Palazzo Merlato in Ravenna l’8 Settembre 1996 in occasione delle celebrazioni del 645° anno della morte di Dante alla presenza dei sindaci di Ravenna e di Firenze e alle rappresentanti delle due sezioni Fidapa  e a Palazzo Vecchio il 9 Febbraio 1997, 732° anniversario della nascita di Dante.

 

L’intento delle due sezioni era:

-dare il proprio contributo per il restauro del “Ritratto di Dante” di Attilio Runcaldierdo nato alla Biblioteca Classense;

-dar voce agli appassionati di ricerca nell’opera dantesca di quegli aspetti fino ad allora non approfonditi per far sì che le due città strettamente legate dalle vicende umane del Sommo Poeta trovassero un momento di sintesi nella realizzazione di un prezioso mosaico.

 

Il mosaico, donato alla città di Firenze, raffigura San Tommaso che tesse l’elogio di San Francesco (“… nel crudo sasso intra Tevere Arno/ da Cristo prese l’ultimo sigillo/che le sue membra due anni portarono, PAR.XI, 106-108). Il cartone, realizzato da Virgilio Guzzi nel 1965 in occasione del VII centenario della nascita del Poeta fu pubblicato nella raccolta “Torna la poesia nella città dei mosaici” Lungo Editore Ravenna. Gli studenti del Centro di Formazione “Albe Steiner” di Ravenna, seguendo l’opera magistrale del mosaicista ZeloMolducci, lavorarono alacremente al compimento dell’opera,di dimensioni 150x130cm, 34 Kgdi peso, con l’applicazione di tecniche antiche e nuove.

PUBBLICITÀ

 

 

In questo 25° anniversario possiamo trarre alcune considerazioni e conclusioni:

nelle celebrazioni del 700° anniversario della morte di Dante possiamo constatare con orgoglio che:

– il “Ritratto di Dante” di Attilio Runcaldier è stato scelto per la copertina dell’ “Inferno”, edito dal Corriere della Sera;

– il Comitato di Capodistria della Società Dante Alighieri ha scelto il Ritratto di Dante del Runcaldier per l’emissione del francobollo celebrativo della Slovenia;

– il mosaico realizzato dagli studenti del corso di formazione “Albe Steiner” di Ravenna, esposto nel Museo della Casa di Dante a Firenze, è stato scelto per inserirne una fotografia nell’Anastatica  dei Canti Orfici – Edizioni Il Papavero 2021 a testimonianza dell’indiscutibile influenza del Sommo Poeta nell’opera di Dino Campana

– il Dott. Giovangualberto Ceri, che aveva pubblicato nel 1995 il libro “Dante e l’Astrologia”, ha continuato la sua ricerca astrologica pubblicandola sul suo Facebook e inserendo i video delle sue interviste su You tube. Il Ceri dichiara di non voler più stampare libri ma pubblicare in diretta le sue ricerche.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register