Forteto – Polemica tra giudici in Commissione parlamentare

Condividi:

La Commissione parlamentare d’inchiesta sul Forteto ha iniziato i lavori ascoltando i magistrati che hanno incrociato le vicende della Comunità prima affidando ad essa i minori e poi portando alla luce le efferatezze che vi si commettavano. IL quotidiano la Nazione riferisce che la PM Galeotti che ha condotto l’accusa contro Fiesoli e i suoi accoliti aveva espresso molte perplessità sul comportamento del Tribunale dei minori di Firenze che aveva continuato ad affidare bambini al Forteto, nonostante ci fossero già state condanne di Fiesoli e altri per violenze contro i minori. Il Presidente del tribunale dei minori, Trovato aveva criticato pubblicamente le parole della Galeotti, ma nei giorni scorsi, chiamato a testimoniare davanti alla Commissione parlamentare, ha chiesto che la sua audizione fosse secretata. La richiesta, pur accolta, ha suscitato la reazione dei deputati Mugnai di Forza italia, Donzelli di FdI e Vescovi della Lega che da anni seguono le vicende del Forteto. “Dopo le sentenze pesantissime – scrivono i Deputati – passate in giudicato e tutto ciò che emerso sulle gravi responsabilità istituzionali a Firenze c’è un Presidente del Tribunale dei minori che è stato frequentatore del Forteto e che da giudice ha deciso la permanenza di bambini in quella struttura contravvenendo a sentenze definitive precedenti. Elementi che lasciano una volta di più esterrefatti e increduli: dopo le dichiarazioni rese in Commissione da Luciano Trovato chiediamo al Ministero di valutare l’invio di propri ispettori presso il Tribunale dei Minori di Firenze. Trovato aveva definito gravi ed offensive le dichiarazioni sulle responsabilità dei magistrati rese in Commissione dal PM Ornella Galeotti, ma durante la sua audizione – concludono i Deputati – non ha fatto altro che confermare le grosse perplessità circa il ruolo del Tribunale dei minori che egli stesso oggi presiede”   

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register