Ivo Guasti

Ivo Guasti: Addio grande poeta

Condividi:

Ci ha lasciati il poeta barberinese “Barba d’oro” 2020.

 

Figura molto nota, anche per il suo impegno civico e politico, Ivo Guasti ha legato  il suo nome soprattutto alla poesia, perché l’esercizio poetico ha segnato tutta la sua vita, fin dalla giovinezza.

 

E’ del 1971 il suo primo libro di poesie, “La mia terra“, dedicato al Mugello. Da allora, senza interruzione, le decine di raccolte poetiche, hanno dato voce in modo originale alle profondità dell’animo umano curando anche alcuni testi e ricerche sui canti del mondo contadino toscano.

 

Lo ricordiamo con le parole che Riccardo Rombi usò nella prefazione della raccolta di poesie “Un modo di vivere

 

«Un modo di vivere, la raccolta poetica di Ivo Guasti, lascia incerti ad una prima lettura, come se il mondo, il mondo delle cose, si fosse ritirato, in un altrove non definito e similmente, dell’umano, si percepisse solo l’essenza, un volto, una voce, un suono.

Si resta come confusi nel non riuscire a scorgere tracce, resti, segni del nostro passaggio, come se magicamente il nostro pianeta avesse, motu proprio, deciso di traslocare ad altra galassia».

PUBBLICITÀ

 

Di Ivo Guasti resterà segno del passaggio, resteranno le raccolte di splendide poesie e l’affetto che il suo pubblico non gli ha mai risparmiato. Ciao grande poeta.

 

M.M.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register