PUBBLICITÀ

Twitter feed

It seams that you haven't connected with your Twitter account

La Lega di Borgo San Lorenzo: “Polo fieristico, niente centro commerciale nella zona ex Samoa: un problema di coerenza?”

Condividi:

Nota dei consiglieri Francesco Atria e Claudio Ticci: “Ora tutti predicano bene ma hanno razzolato male, se non peggio, nella scorsa Giunta”

 

 

 

 

 

A seguito delle dichiarazioni di Enrico Paoli, responsabile della delegazione del Mugello della Confcommercio (leggi in questo articolo https://ilgallettomugello.com/confcommercio-mugello-nuovo-polo-fieristico-a-borgo-pronti-a-collaborare-con-omoboni/), la Lega di Borgo San Lorenzo, a firma dei consiglieri Francesco Atria e Claudio Ticci, hanno inviato una nota: “Siamo rimasti piacevolmente colpiti dalle ultime dichiarazioni del responsabile Confcommercio, Enrico Paoli sull’area ex Samoa in cui dopo la disponibilità ad ‘una piena collaborazione al sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni’ ha poi precisato che ‘l’importante è che si scarti l’idea di cambiare la destinazione d’uso dell’area per renderla un centro commerciale… come è avvenuto in molti casi analoghi’. È importante sapere (e condividiamo) che Confcommercio vuol diventare un’associazione di imprenditori che dialoga con la voglia e la necessità di voler risolvere i problemi. Siamo assolutamente d’accordo ma il fatto interessante è sapere che a capo dell’associazione stessa a livello territoriale ci sia oggi quello che un tempo era il Vicesindaco a Borgo San Lorenzo il quale ha avvallato e approvato TUTTE le scelte della precedente Giunta e Consiglio. Anche quelle che andavano in contrasto con quanto oggi affermato. Vale la pena ricordarne una: il tentativo maldestro di creare una nuova area commerciale (il famoso centro commerciale!!) oltre che una stazione di servizio alla rotonda di Via Caiani-Viale Kennedy. Certo magari allora non si lavorava per tutelare delle attività economiche ma si seguiva la linea di partito. Ma purtroppo le delibere rimangono. Certamente si può cambiare idea, anzi è un segno di intelligenza, di versatilità e di apertura mentale, ma tuttavia non ci capacitiamo come si possa ‘dalla mano sinistra passare a quella destra per far comunque rimanere tutto fermo’. A nostro avviso vale forse la pena, dopo aver scampato momentaneamente il pericolo di un nuovo centro commerciale, ringraziare Italia Nostra per le osservazioni e l’avvocato della Giunta per le illuminanti dichiarazioni. Per il resto Noi rimaniamo sempre a disposizione di chi ogni giorno nonostante tutti gli ostacoli messi in atto dalla politica tenta di lavorare e di vivere in Borgo San Lorenzo. Bisogna incentivare a fruire nel centro, delle nostre “piccole” attività commerciali e non delocalizzare o aumentare ancor di più la concorrenza e il divario”.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register