Le donne democratiche del Mugello fanno visita al presidio della Fabbrica dei Marroni

Condividi:

Non può essere solo il profitto a determinare gli insediamenti produttivi e la struttura del mercato del lavoro”

 

 

 

 

Oggi una delegazione delle Donne Democratiche del Mugello ha visitato il presidio delle lavoratrici e lavoratori dell’Ortofrutticola Mugello di Marradi per portare la loro solidarietà, ma anche un sostegno concreto. Hanno infatti consegnato un contributo che possa servire al sostegno dell’attività di presidio ed un documento che nasce dalla riflessione su fenomeni di delocalizzazione come quello che ha rischiato, e forse rischierà nuovamente, l’azienda di Marradi. Il documento che la delegazione ha consegnato al presidio rappresenta per le Donne Dem del Mugello un impegno a promuovere e sostenere il dibattito sui temi delle strategie di sviluppo, nazionali ed europee, del liberismo sfrenato che dimentica etica e territorio e delle delocalizzazioni in nome del solo profitto. “Oltre alla solidarietà ai lavoratori – si legge nel documento – è necessario un nuovo impegno politico e istituzionale di più ampio respiro, che individui possibili cambiamenti normativi e di governance degli assetti e dei legami tra finanza ed economia per portare in primo piano i saperi territoriali, le filiere dei sistemi locali (per esempio utilizzando le condizionalità da inserire nei bandi PNRR) collegando sempre più il lavoro alla transizione ecologica in termini di vocazioni e produzioni locali e di difesa del lavoro espresso. Non può essere solo il profitto a determinare gli insediamenti produttivi e la struttura del mercato del lavoro”.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register