MUGELLO Primo passo verso il MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL’ARIA.

Condividi:

Si tratta di un importante passo verso l’installazione di centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria nel territorio del Mugello, l’approvazione all’unanimità della mozione sul tema in Unione dei Comuni, a firma del gruppo Centrosinistra per l’Unione Mugello Democratici e Socialisti.

Partendo dall’accordo stipulato lo scorso anno fra il Consiglio nazionale delle Ricerche – Istituto per la BioEconomia (CNR-IBE), Laboratorio Ambientale Mugello e  la Giunta di Borgo San Lorenzo, e con l’installazione di una centralina (low cost) all’interno dello stesso Comune, funzionante da novembre 2019 (con redazione di bollettini di qualità dell’aria accessibili a tutti gli utenti), l’intento è quello di sollecitare tutti gli altri Comuni dell’Unione Montana verso un percorso di monitoraggio della qualità dell’aria, ma anche la stessa Unione per la creazione di un percorso con la Regione Toscana affinché si possa installare una centralina “ARPAT” per una maggiore ufficialità dei rilevamenti, visto che ancora oggi la qualità dell’aria del Mugello viene misurata attraverso spazializzazione di dati e modelli matematici basati sui valori rilevati nella piana fiorentina.

Quello del riscaldamento globale è un tema di grande attualità, poiché influenzerà in maniera sconvolgente il mondo intero da ogni punto di vista: economico, sociale, culturale.

Quotidianamente sentiamo discutere a vari livelli di cambiamenti climatici: fanno parte del ciclo “naturale” delle cose e della dinamica terrestre. Quello che c’è di diverso nell’epoca contemporanea rispetto al passato, relativamente al climate change, è il forte ruolo della specie umana che causa modifiche importanti alla composizione atmosferica, specialmente, ma non unicamente, con l’enorme immissione, in atmosfera, di anidride carbonica (CO2) e altri gas, provenienti dall’uso dei combustibili fossili.

Conoscere e valutare la consistenza delle sostanze presenti nell’aria che respiriamo, come ad esempio le polveri sottili pm10 e pm2,5, diventa un tema di grande importanza anche nell’ottica di trovare ed applicare soluzioni di mitigazione e di adattamento, unitamente al fatto che secondo recenti studi livelli alti di pm10 e pm2,5 vengono direttamente collegati alla diffusione del Covid – 19 e di molte altre malattie respiratorie.

PUBBLICITÀ

Questa mozione vuole rappresentare soprattutto una buona pratica, fra le tante che ogni giorno cerchiamo di adottare, per una ripartenza in piena sicurezza e per un monitoraggio costante e puntuale per tutto il bacino mugellano, compreso l’alto Mugello.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register