Trio Trioche_9

Mugello – Successo per “PapagHeno PapagHena” del Trio Trioche

Condividi:

Risate e applausi per il divertentissimo show dedicato all’opera di Mozart: regia di Rita Pelusio

PUBBLICITÀ

 

Ammirazione sincera del pubblico incantato per una compagnia che riesce a mettere d’accordo grandi e piccini con performance uniche. Un successo per “PapagHeno PapagHena” del Trio Trioche, show dedicato all’opera di Mozart. Sono i pappagalli di Mozart, chiusi in una gabbia di luci appollaiati sui trespoli a creare una delle opere più conosciute al mondo in un susseguirsi di Batti-Becchi (d’altronde son pappagalli) sullo svolgimento della storia e dei personaggi di una favola musicale che ha incantato il mondo. Il maschio mangia noccioline e sputa i gusci mentre crea, ma puntualmente si dimentica le note.

 

“Coco, che nota viene dopo il Do?” è la battuta tormentone che ha sostituito “andiamo avanti con lo spettacolo” di quel “Troppe arie”  che totalizzò ben tre sold out al teatro Corsini. In scena Franca PampaloniNicanor Cancellieri e Irene Geninatti Chiolero per uno spettacolo strepitoso “PapagHeno PapagHena” (anche se i nomi nell’opera sono senza la H). I pennuti sostengono che meno si capisce della storia e meglio è per la fantasia di ognuno che può dare il significato che gli torna meglio.

 

I Trioche sono stati applauditi in “Troppe arie” e “Opera guitta”, ma questa volta sono riusciti quasi a superarsi  e la scena nella quale anche il maschio prova a fare l’uovo vale da sola il biglietto d’ingresso. Parlano in italiano, in francese, in inglese, spagnolo e qualche frase di tedesco per uno show concepito per essere visto in tutta Europa che analizza attraverso le arie e le musiche l’opera testamento del compositore di Salisburgo.

 

La regia è di Rita Pelusio (la Winks Morchia di Zelig)  che ha diretto il trio proprio al Corsini di Barberino durante il lockdown  creando uno spettacolo rifinito in ogni sua parte, nel quale niente è lasciato al caso, dove tutto, movimento, suono, voce si incastrano tra di loro alla perfezione.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register