Rodolfo Ridolfi, Unione Comuni Mugello

Opinioni a confronto – Un solo Comune tra Marradi e Palazzuolo?

Condividi:

Rodolfo Ridolfi marradese, esponente di Forza Italia, interviene nel dibattito a più voci sulla fusione dei comuni mugellani, occupandosi in particolare dell’Unione tra Marradi e Palazzuolo.

 

Nell’attuale momento storico, fortemente caratterizzato da una profonda crisi economico-finanziaria resa ancora più evidente dall’emergenza sanitaria ed economica, determinata dalla Pandemia, i Comuni più Piccoli e disagiati della montagna come Marradi e Palazzuolo Sul Senio rischiano una decrescita letale non solo demografica. E’ da tempo sotto gli occhi di tutti l’esigenza di non marginalizzare ulteriormente in termini di servizi: sanitari, scolastici, della mobilità, della modernizzazione tecnologica e comunicativa della previdenza e dell’avvio e tutela al lavoro, le aree in questione.

 

Questo problema, coniugato con una inevitabile razionalizzazione quantitativa ma soprattutto qualitativa della spesa pubblica deve indurre tutte le forze politiche, sociali, produttive e culturali a riprendere un antico dibattito, rilanciato recentemente per i territori mugellani da Massimo Biagioni e dal segretario della forza politica maggioritaria nel Mugello che afferma senza mezzi termini: “L’intervento di Massimo Biagioni è quanto mai opportuno. Il Covid ha avuto l’effetto, tra gli altri, di evidenziare e accelerare gli elementi di criticità di sistema che anche sul nostro territorio sono apparsi in tutta la loro evidenza. L’Unione dei Comuni appare onestamente uno strumento debole e insufficiente a sviluppare politiche di area efficaci e capaci di determinare adeguato protagonismo al nostro territorio. L’aver a suo tempo liquidato frettolosamente l’esperienza delle Comunità Montane forse non è stata la migliore delle idee.”

 

Condivisibile il tutto da parte mia con una specifica: abbandonare le Comunità Montane non solo quella del Mugello ma anche quella dell’Alto Mugello comprendente i Comuni di: Firenzuola, Marradi e Palazzuolo Sul Senio è stato un errore.

 

Se importanti territori storici del Mugello come Scarperia e San Piero hanno affrontato e realizzato nel recente passato con benefici innegabili il tema dell’Unificazione Comunale ed oggi insieme a Borgo San Lorenzo sono chiamati ad un dibattito sul Comune Unico, Marradi e Palazzuolo non possono ignorare il tema di un processo di ridefinizione dei territori quale processo di fusione dei Comuni alla condizione che sia democratico e trasparente e non calato dall’alto, secondo parametri quantitativi predefiniti senza una profonda riflessione sulle peculiarità dei territori di riferimento in quanto depositari di una tradizione millenaria, frutto di una sedimentazione culturale sviluppatasi nei secoli.

La fusione, fra i due comuni contigui di Marradi e Palazzuolo Sul Senio merita di essere attentamente valutato all’interno del più ampio quadro inerente l’autonomia degli enti locali, secondo quanto sancito agli articoli 117 e 133 della Costituzione della Repubblica Italiana, dando la parola ai cittadini interessati che dovrebbero valutare gli eventuali vantaggi indotti dalla fusione dei due comuni con particolare riferimento alla garanzia, nel tempo, dell’offerta di migliori servizi rispetto all’attuale livello qualitativo ed al ripristino di servizi soppressi nei settori: della scuola, della sanità e dell’articolazione dei servizi primari nel territorio.

 

Possibilità di realizzare investimenti per nuove opere pubbliche e per la manutenzione di quelle esistenti, una adeguata valorizzazione e cura delle risorse ambientali e idrogeologiche, culturali e sportive presenti.

PUBBLICITÀ

 

La creazione di un più efficiente servizio di trasporto pubblico.

 

E’ indubbio che il nuovo Ente avrebbe un maggior peso istituzionale nei confronti della Città Metropolitana, della Regione Toscana e nelle relazioni con i Comuni della vicina Emilia Romagna. Infine la valutazione dei vantaggi economici (le premialità dello Stato e della Regione) per i Comuni che concludono il percorso di fusione vanno analizzati e conosciuti dai cittadini interessati negli importi e nella durata.

 

Una ipotesi di cambiamento sicuramente reca con sé benefici e problemi.

 

I Comuni di Marradi e di Palazzuolo Sul Senio sono realtà uniformi e contigue dal punto di vista territoriale e condividono esigenze, bisogni e prospettive.

 

Il tema del progetto per il comune unico fra i Comuni di Marradi e di Palazzuolo Sul Senio sia che risulti interessante o che venga respinto va comunque affrontato e dibattuto prima che altri decidano per noi.

 

Rodolfo Ridolfi capogruppo nell’Unione dei Comuni Montani Mugello Alto Mugello

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register