PARCO EOLICO, M5S: “GIÙ LE MANI DAL MUGELLO”

Condividi:

“Il progetto del parco eolico che la società AGSM vorrebbe realizzare nel cuore del Mugello sarebbe devastante non solo per l’ambiente circostante, ma anche per l’economia della nostra zona. Invece di limitarsi a chiedere un’integrazione di 18 pagine alla ditta proponente, la Regione avrebbe dovuto bloccarlo e dichiararlo improcedibile. È impensabile che si possa autorizzare una cascata di cemento armato sul crinale appenninico, a pochi chilometri da un parco naturale”.

Così la deputata M5S Yana Ehm che insieme, al Consigliere comunale, Paolo Cioni, e al candidato al Consiglio regionale nella circoscrizione Firenze 2, Maurizio Gori, ha effettuato un sopralluogo nell’area interessata dal progetto eolico, dove ha incontrato il comitato per la tutela dei crinali mugellani.

PUBBLICITÀ

“Investire in energie rinnovabili è una nostra priorità – spiegano i pentastellati – ma quando si progettano gli impianti non si può non tener conto del valore paesaggistico, ambientale ed economico della zona su cui si vuole intervenire. In questo caso non è stato così. Il progetto prevede infatti l’impiego di ben 74 autobotti di calcestruzzo per realizzare le basi delle pale eoliche, ciascuna delle quali avrà un diametro di 130 metri. Come se non bastasse è previsto l’esproprio dei terreni di alcune fattorie locali per realizzare la strada di accesso al crinale riservata a camion di 35 metri. Una coltellata al cuore di chi sta investendo tanti soldi in un’area che si sta pian piano ripopolando di persone interessate a investire in agricoltura bio e nel turismo ecosostenibile. Ci sono sufficienti ragioni per bloccare quest’opera scellerata e destinare queste risorse allo sviluppo di mini impianti domestici, il cui impatto positivo sul territorio sarà infinitamente superiore”.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register