San Godenzo – Ritrovato il cadavere del “nonno” scomparso a luglio scorso

Condividi:

A seguito delle intense operazioni di ricerca attivate e coordinate dalla Prefettura di Firenze, il 12 settembre è stato rinvenuto il cadavere di Lino Falugiani, in avanzato stato di decomposizione, come
confermato anche dai successivi accertamenti medico-legali.
Lino Falugiani, 87 anni, allontanatosi dalla propria abitazione di San Godenzo lo scorso 21 luglio , è stato ritrovato privo di vita nei pressi del Monte Acuto, in un’area boschiva molto impervia, tanto che le operazioni di recupero e trasporto della salma sono state condotte tramite l’ausilio di un elicottero dei Vigili del Fuoco.
Per molti giorni, fino al 3 agosto scorso volontari Vab, Protezione Civile, Misericordia, Croce Rossa, Croce Azzurra e Croce d’Oro, Soccorso Alpino, Carabinieri Forestali, Unità Cinofile, Unione dei Comuni, i Carabinieri di San Godenzo, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco avevano fatto a gara nel
condurre le ricerche di Lino lungo le pendici del Falterona e dei monti circostanti. Una zona vasta, piena di dirupi e ostacoli naturali. Poi il 3 agosto le ricerche erano state ufficialmente sospese (leggi qui) nella
consapevolezza che era ormai impossibile ritrovare in vita l’anziano cercatore di funghi. Il Sindaco Piani aveva però affermato che le ricerche sarebbero proseguite da parte di molti abitanti di San Godenzo, dove
Lino era molto conosciuto e da parte di tanti altri volontari che non si erano dati per vinti.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register