CCN San Piero a Sieve

San Piero – “Il camminatore degli Dei” Tre statue per il paese

Condividi:

Il 29 Giugno 2021 alle ore 12.15, nel sagrato della Pieve millenaria di San Piero a Sieve, il “Centro Commerciale Naturale De’ Medici” presenterà le tre statue denominate “il camminatore degli Dei” realizzate dall’artista sanpierino Simone Rocchi.

 

La cerimonia avverrà alla presenza di Don Daniele Centorbi e del Sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti.

Le statue, donate dal CCN al Comune di Scarperia e San Piero, saranno successivamente collocate in tre diversi punti del tragitto della Via degli Dei che attraversa l’abitato di San Piero. Natura, cultura, arte, partecipazione, collaborazione, promozione del territorio sono i valori ispiratori delle opere eseguite dall’artista in collaborazione con il CCN De’ Medici.

«Le opere sono interamente realizzate con materiale di recupero in gran parte proveniente dallo stesso cantiere comunale; a testimonianza di un messaggio etico di rispetto ed amore per il nostro territorio. – afferma Marco Lavacchini Presidente del CCN De’ MediciOgni statua consentirà a chi la osserva di poter interagire con la stessa, per sedersi, riposarsi, leggere un giornale, consultare una cartina. E, perché no, scattarsi un ‘selfie’ portando le immagini del nostro paese, ed i loghi dei soggetti promotori, in giro per le bacheche social di tutti coloro che attraverseranno il nostro abitato».

 

«L’albero, il musicista ed il lettore sono i soggetti protagonisti delle tre opere, collocate in punti strategici che richiamano lo sguardo di chi le osserva e invitano a contemplare anche il loro sfondo che è San Piero, il vero protagonista dell’installazione con le sue vie e monumenti.

Per l’ideazione e la creazione delle stesse si è scelto di affidarsi alle abili mani di un artista del luogo, Simone Rocchi, che potesse trasmettere l’orgoglio per il proprio paese».

 

«La presentazione in sinergia tra CCN de’ Medici, Confesercenti, Amministrazione Comunale e Parrocchia di San Piero a Sieve, avviene in un momento che speriamo essere di rinascita per il nostro territorio, dopo un periodo difficile che ci ha fatto riportare l’attenzione su quanto siano importanti valori come quello della collaborazione e dell’unione.– conclude Lavacchini La loro collocazione lungo il tragitto di uno dei ‘cammini’più belli e frequentati d’Italia, vuole essere simbolo di un cammino intrapreso dalle attività del paese, istituzioni ed associazioni dello stesso, verso lo sviluppo e recupero di un territorio unico e della sua comunità».

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register