gestione rifiuti

Scarperia e S. Piero – “La gestione dei rifiuti torni pubblica e diamo ai privati Pianvallico”

Condividi:
Andrea Bini dei 5 stelle interviene: sulla gestione dei rifiuti chiedendo di farla tornare pubblica e su Pianvallico dice di affidarla ai privati.

Il Consigliere Andrea Bini dei 5 Stelle interviene in modo critico sulla gestione dei rifiuti affidata a società privata e sulla mancata cessione ai privati della Pianvallico spa. Scrive Bini:

Durante lo scorso Consiglio Comunale a Scarperia e San Piero  abbiamo discusso il Piano Economico Finanziario del Servizio integrato di gestione dei Rifiuti per anno 2020

Il piano prevede un aumento  per il nostro Comune pari a 50000 euro suddivise in 3 anni, questo comporterà un piccolo aumento in bolletta per i cittadini

Dal nostro punto di vista questi sono aumenti ingiustificati in particolare in un momento così  difficile per la situazione economica delle famiglie e delle imprese

Sempre nello stesso  Consiglio Comunale al Punto 5 abbiamo discusso la Revisione Periodica annuale delle Partecipazioni Pubbliche detenute al 30/12/2019 e abbiamo appreso che una delle partecipate (la PIANVALLICO srl), partecipata dal Comune con un cospicuo 37,84%, ha avuto dal 2016 al 2019,  solo risultati d’esercizio  in perdita con una perdita media pari a circa 161000 euro l’anno

Nella revisione l’amministrazione dichiara che: “la permanenza in essere della società Pianvallico è tutt’ora importante per l’ente”, aggiungiamo noi “nonostante le perdite”. 

Grazie al Forum Toscano dei Movimenti per l’acqua apprendiamo che in  Toscana va avanti il progetto della Multiutility che riunirà in una grande società  la gestione di servizi essenziali come l’acqua, il gas, l’energia elettrica, la gestione dei rifiuti. Che cosa hanno in comune questi servizi che consente di tenerli insieme? Sono merci per fare profitto perché servizi essenziali per noi cittadini. Questa Società Multiutility che riunirà Publiservizi, ESTRA/Consiag, Publiacqua, Alia,  si struttura con una gestione sullo stampo delle società private, con l’obiettivo di realizzare ed incassare utili (non si potrà badare ad altro, sono le regole del mercato)  e che aspira a farsi quotare in borsa

Durante lo scorso Consiglio Comunale 

Abbiamo proposto “ironicamente” di offrire al mercato finanziario la nostra piccola Pianvallico e con serietà e convinzione abbiamo chiesto e chiediamo fermamente di lasciare nelle mani dei cittadini le società che gestiscono Rifiuti, acqua, energia e tutti quei beni essenziali per le nostre comunità

Costatiamo che per questa amministrazione 

PUBBLICITÀ

Società come la PIANVALLICO possono andare in perdita perché dichiarate importanti per l’Ente (il Comune) mentre ci AUGURIAMO che questa stessa amministrazione non consenta che società che gestiscono servizi fondamentali per i cittadini vengono affidate con leggerezza al mercato e alle sue spietate regole

Devono essere sempre i cittadini ad avere la parola su questioni così importanti.”

PUBBLICITÀ
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register