Sfiorata la rissa sul treno Borgo Firenze

Condividi:

La sera del 23 gennaio due, passeggeri di un treno regionale diretto da Firenze a Borgo San Lorenzo, hanno iniziato a litigare per motivi di poco conto all’interno della carrozza. Dagli spintoni si è passati ai pugni finché entrambi hanno cominciato a fronteggiarsi il primo brandendo un martelletto frangivetro (dispositivo di sicurezza presente nei treni, ndr) e l’altro una bottiglia di vetro che aveva nel proprio bagaglio. Solo il pronto intervento del capotreno e di alcuni passeggeri ha evitato che la lite degenerasse; tuttavia il treno ha dovuto fermarsi alla Stazione di Rufina per consentire sia l’intervento delle pattuglie dell’Arma che dei soccorritori, accumulando un’ora di ritardo”. E’ quanto riferisce Giannelli, esponente mugellano di Forza Italia. Giannelli sottolinea che questo è solo uno degli episodi di violenza avvenuti sui mezzi pubblici della nostra e della Toscana e che chiede più controlli, in particolare in alcune fasce orarie sui mezzi del tpl urbano ed extraurbano, a tutela sia dei lavoratori che dei passeggeri. “Sempre piu spesso – conclude Giannelli –  i pendolari dei mezzi regionali lamentano la totale mancanza di controlli, di qualsiasi tipo, il che favorisce episodi di violenza.Riteniamo quindi imprecindibile che Prefetto ed istituzioni, assieme ai vari gestori dei mezzi di trasporto, adottino uno specifico piano per la sicurezza sui mezzi, perchè la sicurezza dei viaggiatori, e dei lavoratori, va garantita al massimo.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register