Si chiude l’era del Bencini. Cambio gestione, entrano Lorenzo Palma e Bernardo Bastianacci. Vi raccontiamo il nuovo locale

Condividi:

Da oggi il bar sarà chiuso per ristrutturazione. I due nuovi titolari sono all’opera per presentare un locale che seguirà la tradizione e la qualità attuale, con qualche miglioria. Ad iniziare dal nuovo nome!

di Filippo Ciampolillo

È da sempre un punto di ritrovo imprescindibile per i borghigiani. Ma da oggi Romeno Bencini lascia la scena e il suo storico bar di viale Generale Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo, dopo oltre quindici anni, cambia gestione. E ora? Il Covid ha fatto capire che se facciamo le cose, dobbiamo farle bene. Nasce un nuovo progetto ambizioso che vuole lasciare il segno, un progetto che vuole distinguersi e farsi ricordare dai clienti. Un progetto che porta la firma di Lorenzo Palma e Bernardo Bastianacci, i nuovi titolari del bar. Saranno loro a rilevarne la tradizione, e la qualità. La filosofia di partenza è ‘slow’. Tant’è che pur essendo molto conosciuti nel territorio, preferiscono prima di tutto ‘ri’presentarsi. Incomincia Lorenzo: “Dopo il diploma di ragioneria, avevo iniziato a lavorare con mio padre ma quel lavoro non faceva per me. Mi arrivò una chiamata da mio zio per lavorare per la sua azienda, la Belmont di Vicchio, per vendere prodotti farmaceutici da Lucca a Livorno, andai a vivere a Viareggio dai miei parenti. Fu un bel periodo, poi mio zio divenne il primo a produrre sapone sfuso, il sapone della Fattoria di Belcanto nel Mugello e così divenni responsabile della zona tosco-romagnola. Ebbi un problema personale e andai a fare manovalanza, queste sono esperienze che nella vita ti segnano, a -5° o +40° sui tetti a lavorare, e un giorno su un tetto di una villa bellissima davanti al Duomo dissi ‘basta’. Dal 1° settembre 2012 sono negli uffici assicurativi della mia compagnia, l’Itas, sono stato premiato come miglior venditore d’Italia quattro anni fa, nel nostro settore con mia madre abbiamo raggiunto tanti obiettivi e primati”. Tocca a Bernardo: “Ho frequentato la scuola alberghiera, fin da piccolo ho fatto esperienza in ristoranti e all’età di 19 anni ho preso in gestione il ristorante del Camping Village Mugello Verde e grazie all’aiuto di mio padre, un cuoco esperto, il prossimo marzo festeggeremo dieci anni di attività. Nonostante le difficoltà e la pandemia. Sfruttando la stagione estiva posso dire che siamo stati più fortunati di altri, perché abbiamo ottenuto importanti traguardi, ci ha aiutato anche la storia della nostra struttura aperta negli anni ‘70”.

PUBBLICITÀ

I nuovi titolari, Lorenzo Palma e Bernardo Bastianacci

Inscalfibili i loro passati, che ricordano bene. Sta partendo una ‘second life’ per Lorenzo, nel mondo della ristorazione. Bernardo è più esperto nel settore. E la scelta di Lorenzo di averlo come compagno di un nuovo viaggio non è casuale: partirà infatti con la giusta..assicurazione. I ragazzi sono ormai cresciuti, che siano svegli, intraprendenti e capaci è un dato di fatto. Sarà un locale che nascerà dall’intreccio di due mondi di pensiero imprenditoriale. “No, ci conosciamo bene, anche in ambito lavorativo, sarà un solo mondo” precisa Bernardo. Allora proviamo ad entrare nel dettaglio, curiosi di saperne di più del locale che verrà. Lorenzo: “Il punto di forza sarà mantenere l’attuale qualità, Bencini ha lavorato bene e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Però apporteremo delle migliorie. Ma Patrizio (il figlio di Romeno) sarà con noi, ci aiuterà nella formazione di chi prenderà un giorno il suo posto. Ci sarà un rinnovamento, ad iniziare dal nome! (che però resta top secret). Da oggi chiudiamo per dare una rinfrescata, posso anticipare che resterà solo il bancone”. La curiosità freme, si prova con altre domande, stavolta risponde Bernardo: “I lavori? Dovremmo partire il 10 gennaio, da un mese abbiamo organizzato e ci siamo fatti aiutare da gente del Mugello, non so se per questa situazione del Covid che oggi è tutt’altro che rosea riusciremo a rispettare i tempi. Comunque puntiamo a riaprire per i primi giorni di febbraio”. NOVITA’ Lorenzo e Bernardo si rispettano a vicenda in un’ottica di una visione comune e sono consapevoli che si rivolgono a una clientela attenta e abituata alla qualità. Il nuovissimo sarà nel design interno e nell’esterno. Si sa, nel nostro territorio, i bar sono un’eccezione per qualità e servizio. E allora che cosa serve per identificarsi? Le idee. Dunque, cosa offrirete? Lorenzo ci svela: “Punteremo sul pranzo, avremo un cuoco che proviene dalla ristorazione e preparerà i primi, piatti ben serviti e speriamo possano soddisfare i clienti. E poi ci dedicheremo alla merenda: sfrutteremo la tradizione del bar nella pasticceria ma presenteremo anche altro specialmente per i tanti bambini che passano qui davanti dopo l’uscita da scuola. L’orario sarà sempre dalle 5.30 alle 19.30”. Aggiunge Bernardo: “Punteremo anche sulla colazione, cercheremo di tornare ai numeri pre-pandemia”.

Bernardo e Lorenzo davanti all’ex bar Bencini

EMOZIONI Lorenzo: “Non vedo l’ora di andare dietro a quel bancone perché sono abituato a vivere a contatto con il pubblico. Siamo propositivi e si punterà a fare qualcosa ancora migliore di quello che abbiamo vissuto oggi. Un punto fermo per i borghigiani e non solo: di mattina ma anche a pranzo e nel pomeriggio. Siamo giovani e amiamo lavorare, sono abituato ai sacrifici e nella pausa pranzo del mio attuale lavoro andrò al bar e darò il mio contributo”. Bernardo: “Io vivo più con i risultati, sono abituato. Aspetto di conoscere tra un anno dove saremo arrivati, se avremo fatto un buon lavoro sarò emozionato”. Tra gli arredi, le novità culinarie e altre amenità, un argomento che sta a cuore è il personale. Lorenzo: “Resteranno tutti gli attuali dipendenti”. All’equazione di cappuccino+pranzo+merenda c’è altro da aggiungere? “Vedremo, strada facendo”. Una filosofia ‘slow’, per l’appunto.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Commenti

  • Maria Assunta
    1 Gennaio 2022

    …e nella vostra “strada facendo” la parola INCLUSIONE che posto occupa ???

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register