Assembramento

Sicuramente Borgo: un patto per divertirsi in sicurezza

Condividi:

A Borgo San Lorenzo è stato firmato un patto per un divertimento consapevole. Gli aderenti al patto sono Confesercenti, Confcommercio, CNA, Centro Commerciale Naturale Nel Borgo e valutato positivamente anche dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

 

Dopo l’ordinanza sul divieto di stazionamento, un percorso condiviso tra Amministrazione, Associazioni di categoria e locali interessati, che ha portato ad un vero e proprio patto per un divertimento consapevole. “SicuraMente Borgo” è l’accordo di corresponsabilità firmato da Confesercenti, Confcommercio, CNA, Centro Commerciale Naturale Nel Borgo e valutato positivamente anche dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in cui il “patto” è stato illustrato al Prefetto, la Dr.ssa Guidi.

Obiettivo del patto è quello di costruire un modello di divertimento che, sia da un punto di vista sanitario che della civile convivenza, non vanifichi il ritorno alla normalità per comportamenti o atteggiamenti sbagliati, ma invece faccia diventare le nostre piazze e le nostre attività attrattive per giovani, famiglie e meno giovani. Cinque sono le piazze coinvolte: Piazza Dante, Piazza Garibaldi, Piazza Cavour, Piazza Gramsci, Piazza del Popolo.

PUBBLICITÀ

Tre i punti fondamentali: ampliamento delle aree in cui è possibile richiedere il suolo pubblico per posizionare tavoli, sedie e arredi, di cui i locali si assumono la responsabilità̀ e quindi il controllo, messa a disposizione da parte del Centro Commerciale Naturale, con il contributo economico dell’Amministrazione, di Guardie Giurate, per quattro week end, che avranno un collegamento diretto con le Forze dell’Ordine per la segnalazione delle criticità, e infine una campagna di comunicazione capillare, nell’ambito delle politiche giovanili, per ricordare e socializzare le principali regole da rispettare, con video e manifesti.

Per la Vice Sindaca e Assessora allo Sviluppo Economico di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi: “Con questo percorso abbiamo aperto un dialogo importante ed attivato un tavolo di confronto che rappresenterà anche per il futuro un luogo fondamentale di decisione e valutazione. Ci aspettano momenti importanti di lavoro e di rilancio del nostro territorio è importante affrontarli insieme per non rischiare di sbagliare strada.”

Per il Sindaco Paolo Omoboni: “Questa è la dimostrazione che se si lavora tutti insieme possiamo costruire buone pratiche.  Fare le iniziative in sicurezza, contenere i contagi, e dare a tutti la possibilità di divertirsi senza pregiudicare il lavoro di nessuno è quello che vogliamo tutti. Non possiamo guardare solo al nostro orticello. Borgo deve essere un paese per giovani e per meno giovani, vogliamo tutti tornare alla normalità e per questo dobbiamo darci una mano. Il patto è un’apertura reciproca di fiducia e prevede, nel caso in cui vengano rilevati assembramenti o comportamenti scorretti, che si torni alla chiusura delle piazze. Ma ho grande fiducia in tutti.”

 

Scopo del patto in questo momento – Afferma Massimo Capecchi Presidente CNA Mugelloè quello di riuscire a non far chiudere le imprese. In quest’ottica, come CNA chiediamo la possibilità anche per gli artigiani di richiedere l’ampliamento con dehors.
Per quanto riguarda la presenza di guardie giurate, previste dal patto, vogliamo sottolineare che il loro scopo è solo quello di collaborare per mantenere i giusti comportamenti
.”

 

Esprimo a nome di Confesercenti – afferma Letizia Tempestiestrema soddisfazione per lo spunto che ha avuto l’Amministrazione per questa idea di sottoscrivere il patto non solo per dare l’opportunità ai locali e alle attività di poter ripartire in sicurezza, ma anche per garantire il rispetto delle normative visto il momento delicato e determinate per ripartire e non chiudere più. Ringraziamo i locali che hanno dato disponibilità a sottoscrivere e seguire quanto pensato per il patto e insieme a loro ringraziamo anche il Centro Commerciale Naturale per aver dato la disponibilità a fare da tramite affinché l’Amministrazione potesse mettere a disposizione il servizio di vigilanza per le parti non direttamente gestire dai dalle attività.”

 

Ci tengo a ringraziare, insieme all’Amministrazione, anche le Associazioni di categoria che a questo tavolo hanno dimostrato ancora una volta quanto sia importante condividere le necessità e trovare le giuste soluzioni – afferma Matteo Timori del Centro Commerciale Naturale Nel Borgoè importante che ora le attività possano ripartire, ma è importante farlo in sicurezza e il protocollo è un passo importante, questo anche per guardare con fiducia al futuro e alla possibilità di organizzare le manifestazioni che da sempre ci contraddistinguono e danno ossigeno alle nostre attività.”

 

Confcommercio ha sostenuto fin da subito l’iniziativa ritenendola positiva e strutturata – afferma il Presidente della delegazione zona Mugello Dario Cenci -, soprattutto perché è qualcosa che può essere strumento proattivo per le piccole e medie imprese del settore  della ristorazione e non solo, per far sì che possano portare avanti lavoro e occupazione anche in vista dell’estate e soprattutto in modo duraturo, non a discapito della salute e della sicurezza.”

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register