Giotto 2022 Leo Gullotta (2)

Stagione teatrale 2021-2022 a Borgo San Lorenzo: gli appuntamenti da non perdere

Condividi:

Il punto di Massimiliano Miniati: “Stefano Massini, Gennaro Cannavacciuolo, Marisa Laurito e Leo Gullotta in scena al Giotto”

 

Quattro date previste per la stagione 2021-22 del teatro Giotto di Borgo San Lorenzo che finalmente riaccenderà i riflettori a metà dicembre 20121. Inaugurazione mercoledì 15 dicembre 2021 alle 21.15 con Stefano Massini in “Alfabeto delle emozioni”. Noi siamo quello che proviamo. E raccontarci agli altri significa raccontare le nostre emozioni. Ma come farlo, in un momento che sembra confondere tutto con tutto, perdendo i confini fra gli stati d’animo? Ci viene detto che siamo analfabeti emotivi e l’Alfabeto delle emozioni parte proprio da qui, per un viaggio in un alfabeto immaginario in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia…). Massini trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’unico obiettivo di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. GIOVEDI 20 GENNAIO 2022 Alle 21.15 Gennaro Cannavacciuolo in “Le tre verità di Cesira”. Le tre verità di Cesira è un monologo comico nel quale la protagonista racconta, a uso e consumo di un supposto cameraman del telegiornale, tre diverse versioni a giustificazione della presenza di un folto paio di virilissimi baffi sul suo “corpo di donna, femminile”. Tre racconti decisamente surreali, dove la comicità vira spesso verso il grottesco, aprendo squarci amari sulla verità… Scritto da Manlio Santanelli regia di Angelo Savelli con Gennaro Cannavacciuolo e la silente partecipazione di Pietro Grossi. GIOVEDI 17 FEBBRAIO Alle 21:15 una delle attrici più simpatiche e conosciute del mondo dello spettacolo in nuovo e originalissimo allestimento di Persone naturali e strafottenti, l’opera più controversa fra quelle di maggiore successo di Giuseppe Patroni Griffi. Una tragicommedia cruda, poetica ed esilarante, fra situazioni grottesche, cinismi, ironia tagliente e surrealismo. di Giuseppe Patroni Griffi con Marisa Laurito, Guglielmo Poggi, Giancarlo Nicoletti, Livio Beshir regia Giancarlo Nicoletti. Promesso l’ultima stagione e rimandato per colpa della pandemia arriva finalmente a Borgo Leo Gullotta insieme ad Arca azzurra in “Bartleby lo scrivano” MERCOLEDI 9 MARZO alle 21.15 Francesco Niccolini immagina una Wall Street di più di un secolo fa. Una giornata qualunque nello studio di un avvocato, gentile e anonimo. Un ufficio popolato, due impiegati che si odiano, una segretaria civettuola e una donna delle pulizie molto attiva. Un giorno viene assunto un nuovo scrivano, Bartleby, ed è come se in quell’ufficio fosse entrato un vento che manda all’aria il senso normale delle cose e della vita. Copia e compila diligentemente le carte che il suo padrone gli passa, fino a quando un po’ di sabbia finisce nell’ingranaggio e tutto si blocca: un giorno Bartleby decide di rispondere a qualsiasi richiesta con una frase che è rimasta nella storia: “avrei preferenza di no”. Solo quattro parole, dette sottovoce, senza violenza e senza senso, un gentile rifiuto che paralizza il lavoro e la logica e sconvolge tanto l’ufficio che la vita del datore di lavoro. Da quel momento Bartleby si spegne: sta inerte alla scrivania, poi in piedi per ore a guardare verso la finestra. Il fatto è che Bartleby, semplicemente, ha deciso di negarsi. Perché? Quando lo scopriremo, sarà troppo tardi. Info per biglietti e abbonamenti in biblioteca.

Massimiliano Miniati

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
Giotto 2022 Massini

Giotto 2022 Massini

Giotto 2022 Gennaro Cannavacciuolo interpreta Yves Montand

Giotto 2022 Gennaro Cannavacciuolo interpreta Yves Montand

Giotto 2022 Laurito

Giotto 2022 Laurito

© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register