Email
magazine@example.com

Phone
+32 458 623 874

Addresse
302 2nd St
Brooklyn, NY 11215, USA
40.674386 – 73.984783

“Striscia la notizia” si avventura sulle ciclabili di Borgo

Era nell’aria dopo aver visto, qualche giorno fa, la Squaglia aggirarsi sulle nostre ciclabili; ieri sera Borgo è tornato su Striscia la Notizia, il TG satirico di Canale 5.

Il servizio, come sempre divertente e scanzonato, ha riguardato le piste ciclabili realizzate di recente lungo le strade di Borgo. “Strette, strettissime, discontinue, pericolose, fuori legge” le hanno definite non solo la giornalista che le ha percorse, ma anche un esperto che ha messo in evidenza la pericolosità delle grate di scolo in più punti, che si accompagnano a buche e curve a gomito e la scarsità di cartelli indicatori che, dove ci sono, sono anche sbagliati. Qualche borghigiano intervistato non è stato più tenero; chi ha detto che in molti punti il tracciato si perde e non si sa da dove va a finire, chi che su quelle piste ma e poi mai ci andrebbe con i bambini. Si sa come sono fatti i giornalisti e ci sta che la Squaglia abbia scelto solo chi aveva da dirne male e scansato chi usa le piste e ne dice bene. Ma questi ultimi ci sono davvero? Sembra di sì e che ci siano anche dei giornalisti, di quelli seri, che descrivono le ciclabili come un passo verso l’avvenire per il nostro paese. Certo chi non poteva parlarne male sono i vigili. La Squaglia ha chiesto a un vigilessa perché le piste sono tanto strette da non essere a norma: “Le misure sono state prese comprendendo anche il marciapiede” Ecco come si fa a far dire alle norme quello che ci torna più comodo. Lo sapevamo che a Borgo ci sono degli esperti di quest’arte. Più diplomatico e sincero l’altro vigile che si è trincerato dietro un “No comment”. (Pietro Mercatali)

Guarda il video qui

 

Scrivi un commento:

You don't have permission to register