Unione dei Comuni del Mugello – Azioni per fronteggiare la crisi economica e sociale causata dal Covid

Condividi:

Giovedì scorso nel Consiglio dell’Unione dei Comuni del Mugello la capogruppo Stefania Ciardi e  Irene Pieroni, del Gruppo consiliare Centrosinistra  Democratici e Socialisti. hanno presentato un ordine del giorno per proporre interventi per far fronte alle enormi difficoltà causate, anche in Mugello, dall’epidemia Covid
Molti sono i gravi effetti economici e sociali che la crisi ha generato: – si legge nel documento – chiusura di attività e aumento della disoccupazione, ripercussioni psicologiche, emergenza abitativa, mancanza di tecnologie necessarie in alcune famiglie per svolgere attività fondamentali come la didattica a distanza. Le conseguenze maggiori si ripercuotono sulle persone più vulnerabili, che invece necessiterebbero di maggiori aiuti; un altro grande problema è rappresentato dal fatto che la fascia di tali persone si allargherà sempre di più a causa della pandemia. Per questo si è pensato di mettere in campo l’Unione dei Comuni assieme ai singoli Comuni: proprio per il privilegio di essere le più vicine ai cittadini, ma anche capaci di interloquire con Governo, Regione Toscana e ANCI per l’approvazione e la messa in campo di alcuni grossi interventi, come ad esempio il potenziamento degli ammortizzatori sociali, il ripensamento di vari strumenti volti al sostegno economico, il rifinanziamento dei fondi di contributo agli affitti. Tre sono le principali strade esaminate nell’ordine del giorno per fronteggiare la crisi post Covid – 19: per prendere coscienza della situazione in Mugello e per iniziare un percorso mirato di ascolto e inclusione dei soggetti più fragili coinvolti nella crisi, si chiede di avviare un tavolo istituzionale con i Comuni e con la Società della Salute al fine di prevedere un percorso di rilevazione e valutazione dei dati relativi a singoli e famiglie che accedono ai servizi pubblici o alle associazioni del Terzo Settore per accedere a misure di sostegno economico o di beni di prima necessità;  con l’ordine del giorno si è voluto promuovere l’enorme capitale di potenziale civico presente nel nostro territorio nel sostegno di soggetti e nuclei più fragili coinvolgendo il mondo dell’associazionismo e del terzo settore, per costruire reti, percorsi e risorse con gli strumenti della progettazione sociale partecipata; ultimo ma non meno importante, la revisione e la facilitazione di tutti i procedimenti burocratici e amministrativi essenziali per l’accesso ai mezzi di sussistenza economica in fase emergenziale. Unica nota dolente, – concludono le consigliere di maggioranza – la divisione delle opposizioni in fase di votazione: se Forza Italia ha votato a favore, abbiamo invece assistito all’astensione di Lega e Mugello in Comune, dove addirittura si è registrato un voto contrario: si è persa così una grossa occasione per lanciare un forte segnale a tutto il Mugello per affrontare insieme una situazione unica e puntuale come questa.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register