Vaccini in Toscana – Chi e come può prenotarsi

Condividi:

L’Assessore regionale Monia Monni fa il punto  in questa nota sulle vaccinazioni in Toscana e spiega chi può vaccinarsi e come fare a prenotare.

 

ASTRAZENECA – RINVIATE VACCINAZIONI DEL 1 APRILE PER LA FASCIA 70-79 ANNI

A causa di un ritardo nella fornitura del vaccino AstraZeneca, destinata ai nati tra il 1941-1951, chi aveva prenotato il vaccino il 1° aprile riceverà un sms per comunicare lo spostamento dell’appuntamento, con stesso orario e stesso luogo, per il giorno 7 APRILE. Se all’utente il nuovo appuntamento non dovesse andare bene, sarà possibile prenotarne uno nuovo sul portale.

Restano confermati gli appuntamenti del 2, 3, 4, 5 e 6 aprile.

 

OVER 80 – PFIZER

PUBBLICITÀ

Dopo aver vaccinato tutti gli ospiti delle RSA toscane, continuano le vaccinazioni dei 320mila over 80.

Nell’ultima settimana hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino Pfizer circa 80mila over 80, raggiungendo la quota di 169.883.

Nelle prossime settimane, i medici di famiglia continueranno a vaccinare circa 90mila anziani a settimana, con l’obiettivo di garantire la prima dose alla totalità degli over 80 entro il 25 aprile.

Inoltre, stiamo somministrando i vaccini direttamente a domicilio, anche la domenica, a coloro che sono impossibilitati a muoversi.

 

ESTREMAMENTE VULNERABILI – MODERNA

In queste settimane sono iniziate le vaccinazioni anche degli estremamente vulnerabili, in totale 120mila nella nostra regione.

Ci sono due categorie:

Categoria A: patologie oncologiche, malattie autoimmuni e immunodeficienze primitive, malattie neurologiche, trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche.

Le persone appartenenti a questa categoria saranno direttamente contattate dalla struttura ospedaliera che li ha in cura, che provvederà a fissare l’appuntamento. A tal fine verrà inviato un sms informativo agli utenti interessati. La prenotazione sarà fatta tenendo conto dei piani terapeutici delle singole persone.

Categoria B: diabete, malattie cardiocircolatorie, disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva, psichica), malattie respiratorie, grave obesità, malattie cerebrovascolari, malattia epatica, HIV, sindrome di Down, emoglobinopatie, morbo di Addison, panipopituitarismo, fibrosi cistica.

Le persone appartenenti a questa categoria dovranno prenotare direttamente dal portale con disponibilità sui singoli ospedali.

Il vaccino, per entrambe le categorie, sarà somministrato presso la propria abitazione a coloro che non possono muoversi.

Nei prossimi giorni saranno disponibili 40mila dosi di cui 18mila per i richiami e le altre per i già prenotati.

 

CAREGIVER – ASTRAZENECA

I caregiver possono registrarsi sul portale, nella sezione dei fragili, iniziando la procedura con l’inserimento del nome della persona fragile di cui si prendono cura.

Daremo priorità a coloro che si prendono cura di bambine e bambini affetti da patologie particolari e disabilità, che purtroppo, data la loro età, non è possibile vaccinare.

Nell’immediato saranno vaccinati tutti quelli iscritti attualmente al portale.

Sarà nostra premura chiamare ciascuna di queste persone per garantire loro la somministrazione del vaccino AstraZeneca.

 

VOLONTARI – ASTRAZENECA

Ai volontari, che svolgono attività di Protezione Civile e di soccorso in emergenza, sono riservate 3000 dosi alla settimana del vaccino AstraZeneca.

Per loro è possibile registrarsi sul portale, dove, prossimamente, sarà presente uno spazio riservato. L’ordine di chiamata avverrà attraverso il criterio del numero di attivazioni e servizi fatti. Le associazioni hanno già fornito le liste dei propri volontari, fatte proprio attraverso questo criterio.

 

RISERVISTI

È possibile iscriversi tra i “riservisti” per i centri vaccinali raggiungibili entro 30 minuti dalla chiamata.

Per iscriversi è necessario entrare sul portale di prenotazione nella categoria di appartenenza, inserire i dati anagrafici richiesti e cliccare sul tasto R per quei centri vaccinali facilmente raggiungibili. Sarà inviato un sms di conferma.

Nel caso in cui a fine giornata avanzino dosi di vaccino, i “riservisti” saranno contattati telefonicamente e potranno raggiungere entro 30 minuti il punto vaccinale prescelto.

L’iscrizione alla lista di riserve non preclude una successiva prenotazione presso un punto vaccinale disponibile; in tal caso viene automaticamente meno l’iscrizione alle liste dei riservisti.

PUBBLICITÀ
© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register