Compleanno di Olema con sindaco Carlà

Vicchio – A Villore anche il Sindaco festeggia i 100 anni di nonna Olema

Condividi:
Olema, familiari e sindaco Carlà

Olema, familiari e sindaco Carlà.

Una vita dura e faticosa, ma ricca di soddisfazioni quella della signora Olema: la sua è una storia simile a quella di molte bambine nate all’inizio del secolo scorso.

Olema con targa Comune di Vicchio

Olema con targa Comune di Vicchio.

Nata a Grosseto il 12 giugno del 1921, dal babbo Antonio e dalla mamma Rosa, ha studiato fino alla terza elementare come spesso usava all’epoca e subito è dovuta andare a lavorare nei campi, per contribuire al lavoro nel podere di famiglia.

 

Era una famiglia numerosa quella di Olema: in tutto sette figli, tre fratelli (Sisto, Renato e Mario) e altre tre sorelle oltre a lei: Adina, Siria e Nella.

 

Ma com’è arrivata nel Mugello la signora Olema?

PUBBLICITÀ

 

La sua è una bellissima storia d’amore: i familiari di suo marito Oliviero, di circa 9 anni più grande di lei, erano transumanti e si recavano ogni inverno in Maremma, viaggiando per giorni su un barroccio, e qui venivano ospitati durante i mesi più freddi proprio a casa di Olema.

 

Fidanzatisi poco prima dello scoppio della guerra, Oliviero è poi rimasto per ben due anni senza dare proprie notizie a casa mentre combatteva in Grecia e in Albania.

 

Olema se la ricorda la guerra: nella Maremma non è stata come da noi, dove si è combattuto sugli Appennini e nei passi montani, ma erano frequenti i blitz aerei: lei e i suoi compagni di lavoro correvano a rifugiarsi nei fossi che circondavano i campi per sfuggire ai bombardamenti.

 

Dopo il ritorno di Oliviero dalla guerra, lui e Olema si sono sposati nel 1947 e nel 1948 è nato il figlio Damiano. Dagli anni cinquanta dismisero l’allevamento delle pecore e acquistarono un piccolo podere a Villore, dove fecero i contadini fino agli anni novanta.

 

Olema ha oggi cento anni compiuti (anche se se ne sente ottanta!) e vive circondata dall’amore dei suoi cari: il figlio Damiano, la nipote Maria Silvia e l’inseparabile badante Dali. È rimasta ben al sicuro dal Covid durante questo anno e gode di un ottimo appetito.

Tanti auguri alla signora Olema, splendida e simpaticissima centenaria!

PUBBLICITÀ

 

© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register