Vicchio a Matera

Vicchio: con Matera rapporti più stretti

Condividi:

Piazza Giotto a scacchi in mostra con le opere di Henri Cartier-Bresson ed Eli Dijkers.

 

Tornano soddisfatti gli amministratori vicchiesi dalla visita a Matera, sede del G20 degli Esteri. Accoglienza calorosa e relazioni salde, così sottolineano il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa, il vicesindaco Laura Bacciotti e l’assessore al Turismo Sandra Pieri che hanno partecipato agli eventi collegati al summit internazionale organizzati dalla Regione Basilicata e da Provincia e Comune di Matera.

 

La delegazione vicchiese ha presenziato all’apertura della mostra “Strangers and strangeness. Planet mending practices. 2021 G20 in Matera” a Palazzo Malvinni Malvezzi, evento culturale di punta promosso da Regione Basilicata, Comune di Matera, Comune di Tricarico e Provincia di Matera, curato da Porta Cœli Foundation. Tra i presenti, il sindaco di Matera Domenico Bennardi, il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa, il sindaco di Tricarico Vincenzo Carbone, il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, il consigliere delegato alle attività di promozione culturale per il rilancio e lo sviluppo socio-economico della Regione Basilicata Dino Sileo e la consigliera delegata alla cultura della Provincia di Matera Anna Maria Amenta.

 

Si tratta di una doppia mostra di reportage di fotografia in Basilicata interconnessa con una doppia installazione architettonica sulle forme delle liturgie sociali in epoca di distanziamento tra i corpi. Le opere di Henri Cartier-Bresson ed Eli Dijkers da un lato e quelle di Osa&Volumezero e Caret Studio dall’altro, vertono sul superamento del “senso di estraneità”: la fotografia di reportage come strumento utilizzato dallo sguardo fotografico per penetrare nelle maglie di una società che gli è estranea e riportare a beneficio collettivo la singolarità di una densa esperienza relazionale; l’architettura e il design delle relazioni nello spazio pubblico come strumenti per portare a un grado di consapevolezza superiore la nostra presenza nei luoghi della condivisione civile attraverso la criticizzazione intelligente e pregnante dei segni del divieto e del distanziamento. In particolare, nella sezione architettura e design delle relazioni nello spazio urbano, Vicchio era presente con Caret Studio che ha proposto negli spazi espositivi esterni il progetto ‘StoDistante’ (la ‘piazza a scacchi’ di Vicchio) in una versione che indaga ancora le relazioni nello spazio pubblico ed in particolare sul mutamento delle liturgie sociali, applicato alle liturgie del G20.

 

Durante la visita, gli amministratori vicchiesi hanno potuto seguire incontri e momenti istituzionali «che consentono ai rapporti tra i vari enti di essere incentivati e approfonditi con interesse per collaborazioni ulteriori – sottolinea il sindaco di Vicchio Filippo Carla’ Campa -. Ringrazio i rappresentanti istituzionali di Matera e della Basilicata. La rigenerazione culturale della Città dei Sassi dall’esperienza di capitale europea della cultura è – aggiunge – di esempio e stimolo per altri territori. Anche per il nostro».

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

 

© Il Galletto Notizie del Mugello e della Val di Sieve dal 1986
Condividi:
PUBBLICITÀ

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookie Policy
You don't have permission to register